Aziende e pandemie: alcune non riapriranno più

A fronte di 73 mila aziende chiuse in applicazione delle norme anti-covid, sono 17 mila quelle che non riapriranno più, soprattutto nel mezzogiorno. Sebbene quasi il 70% sia in "piena attività", ed il 20 parzialmente operativa, più del 7% è del tutto ferma. Questo emerge dai un'indagine ISTAT che riguarda il periodo di Giugno-Ottobre.

La fetta più grande delle aziende aperte attualmente è formata da micro-imprese.

Il settore più colpito riguarda centri sportivi, strutture alberghiere e ricettive; palestre, piscine ed impianti, tutt'ora, sono oggetto di divieto assoluto di riapertura.

Una quota significativa di imprese attualmente non operative si riscontra anche nel settore della ristorazione (circa 30 mila imprese di cui 5 mila non prevedono di riprendere) e in quello del commercio al dettaglio (7 mila imprese).

Il 28,3% degli esercizi al dettaglio chiusi non prevede di riaprire, rispetto all'11,3% delle strutture ricettive, al 14,6% delle attività sportive e di intrattenimento e al 17,3% delle imprese di servizi di ristorazione non operative.

Dall'indagine risulta inoltre che le imprese situate nel sud Italia sono a maggior rischio di chiusura definitiva.

 

Sanpa: Luci e tenebre di San Patrignano racconta, attraverso testimonianze e immagini di repertorio, la controversa storia della comunità di recupero di San Patrignano, fondata da Vincenzo Muccioli nel 1978 a Coriano in provincia di Rimini, dalle sue origini fino al 1995, anno della sua morte. Sanpa: Luci e Tenebre di San Patrignano e' la prima docu-serie originale italiana Netflix e sara' disponibile dal 30 dicembre.

Ho un ricordo vago degli eventi avvenuti a cavallo tra anni '80 e '90, essendo nato nel 1984. Da bambino, però, mi rimase impressa l'enorme campagna per la sensibilizzazione ai pericoli della tossicodipendenza, nonchè della diffusione dell'AIDS tra i ragazzi; 2 piaghe che, credo, abbiano segnato quei decenni e che ho avuto modo di ricordare vividamente con la visione di queste puntate che, complice forse l'inquietudine di questi giorni per una malattia sconosciuta che dilaga, coinvolgono da subito, con una narrazione dei fatti assai fluida e tutt'altro che macchinosa. Molteplici le testimonianze di ospiti della struttura, schieratisi negli anni a fianco o contro la figura carismatica del fondatore della comunità, Vincenzo Muccioli.

G.F.B.